Logo Rai3

Gomorra - Foto di scena

Episodi

Episodio 12 - Gli Immortali

Don Pietro è in stato catatonico e non regisce quando gli agenti di sicurezza gli comuicano che sua moglie è morta

21-02-2015 22:50

Episodio 12 - Gli Immortali

Don Pietro è in stato catatonico e non reagisce quando gli agenti di sicurezza gli comunicano che sua moglie è morta.

Genny è nella stanza da letto dei genitori e si accinge a prendere degli abiti per vestire la salma della madre. Tra i vari oggetti che Genny trova nell'armadio, c'è anche la borsetta preferita di Imma. Genny prende la borsa e la apre per prendere gli occhiali quando trova anche un CD. Genny ora sa che Ciro ha tradito il clan ed è responsabile della morte di sua madre.

I funerali di Imma possono avvenire solo in forma riservata e facendo scortare la bara fino al cimitero. Genny va all'obitorio per consegnare gli abiti con i quali vestire la madre e nel contempo fa chiamare Ciro per aiutarlo ad accompagnare il feretro della donna. Durante il viaggio Genny scambia alcune parole con Ciro, ricordando la loro amicizia e parlando di fedeltà e religione.

Ciro capisce che Genny lo ha scoperto quando arrivano al cimitero. A porgere le condoglianze ci sono tutti gli uomini della vecchia guardia con le rispettive famiglie, ma le giovani leve sono assenti. Ciro decide di fuggire trascinando la moglie e la figlia che si apprestavano a salutare Genny.

Ciro ordina ai famigliari di fare al più presto i bagagli per andare via da Napoli. Nel frattempo arrivano i ragazzi di Genny e accerchiano la casa di Ciro, che però riesce a scappare dal tetto e a rifugiarsi in una casa fuori città.

Genny è in preda alla paranoia e non sa più di chi fidarsi. Ordina di far uccidere tutti i vecchi membri del clan. Alla mattanza sopravvive solo Malammore, uno degli uomini più vicini e più fedeli a Don Pietro. Genny decide di rifugiarsi in un vecchio appartamento fatiscente nelle case popolari di Scampia e fa spargere la voce che pagherà 150.000 euro a chiunque gli darà notizie sicure sul nascondiglio di Ciro.

Ciro torna a Napoli e incontra Salvatore Conte che non esita a volerlo ammazzare. Ciro riesce a convincere Salvatore Conte che è in grado di far uscire Genny allo scoperto in modo che possa ucciderlo.

Ciro fa spargere la voce che accompagnerà sua figlia a una recita teatrale. Genny cade nuovamente nella trappola di Ciro e si reca a teatro. Invia tutti i suoi uomini a circondare il perimetro esterno dell'edificio, mentre lui entrerà nell'auditorium per uccidere personalmente il traditore. Prima di raggiungere il teatro, Salvatore Conte e i suoi uomini tendono un'imboscata in cui rimangono uccisi tutti i ragazzi di Genny. Genny non stava viaggiando con il resto dei suoi uomini, così Salvatore Conte chiama Ciro per avvisarlo che Genny è ancora vivo.

Ciro, capendo che Genny è riuscito ad arrivare al teatro, prende di corsa moglie e figlia per fuggire. Prima che i tre riescano a uscire dall'auditorium, Genny fa il suo ingresso e si accinge a sparare. Il trambusto dei genitori spaventati riesce a capovolgere gli eventi: Ciro spara più volte a Genny che cade sanguinante a terra. Una volta entrato in auto per andarsene, Ciro comunica che Genny è morto e ora rimane solo Don Pietro da ammazzare.

Don Pietro sta per essere trasferito in un nuovo carcere. Nel tragitto la camionetta del penitenziario viene bloccata da un trattore dal quale escono degli uomini mascherati che aprono il fuoco. Muoiono tutti i poliziotti. La sparatoria e il portello divelto con l'esplosivo sembrano non turbare Don Pietro che per tutto il tempo rimane immobile e catatonico.

Una volta raggiunto Don Pietro, uno degli assalitori si toglie la maschera: è Malammore che è venuto a salvarlo. Don Pietro si alza, perfettamente lucido, e lo segue in auto.

Genny è riverso a terra in una pozza di sangue e il corpo crivellato dai proiettili. Tuttavia, è sopravvissuto e muove a malapena le dita della mano destra.

Rai.it

Siti Rai online: 847